Scopri i corsi di Nicola Sodano, rivolti a professionisti e aziende, per conoscere i segreti di Magento E-Commerce.

Nicola Sodano, Come creare un sito E-Commerce con Magento

Scarica in omaggio la mia guida completa e utile, che illustra come migliorare il tuo sito e-commerce.

Scarica ora la tua copia:

Sviluppo Ecommerce

Sviluppo Ecommerce: come nasce uno shop online

Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo sul tuo social preferito
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Come nasce uno shop online?

Se ti sei posto questa domanda e vuoi conoscere cosa c’è alla base del processo di sviluppo di un sito ecommerce, allora sei nel posto giusto.

Per sviluppo ecommerce si intende un insieme di attività preposte alla realizzazione di un sito per la vendita online, dall’idea fino al rilascio definitivo della piattaforma.

Anlogalmente a quanto avviene per un negozio fisico, esso comporta dei costi iniziali di investimento e altri, ripetuti nel tempo.

Già ho approfondito questo aspetto nella mia guida quanto costa un sito ecommerce.

Qui voglio illustrarti le varie fasi del processo, in modo semplice e comprensibile.

Prima di iniziare

La realizzazione di un buon sito ecommerce non può iniziare senza un’accurata analisi di mercato e dei competitor, che ti aiuti a posizionarti in una specifica nicchia.

Quindi ti consiglio di affidarti a un professionista che sappia guidarti alla realizzazione di un business plan e pianificare le risorse, fisiche ed economiche per il tuo progetto.

Una volta scelta la tua nicchia, definito il budget per realizzare il progetto e le figure operative che porteranno alla sua realizzazione, possiamo vedere i passaggi fondamentali del processo di sviluppo ecommerce.

Il processo di sviluppo ecommerce

Qui di seguito sono descritti i vari step dello sviluppo di un sito ecommerce, spiegati nel dettaglio nei paragrafi successivi:

  • Scelta della piattaforma e Hosting
  • Organizzazione della struttura del sito
  • Elaborazione del layout grafico
  • Preparazione dei contenuti
  • Sviluppo software
  • Testing e Validazione

Ricorda che devi tenere sotto controllo tutte le attività.

Per farlo puoi aiutarti con la redazione di un documento di avanzamento dei lavori, che indichi, per ciascuna delle fasi e per ogni singolo task, una data di inizio e una fine stimata e la persona a cui è assegnata.

Puoi aiutarti con un foglio excel (io trovo molto comodi i fogli di lavoro di Google Drive), oppure con un software per la gestione dei progetti, come Asana.

Esistono diverse metodologie di approccio allo sviluppo della piattaforma, che però non approfondiremo in questa sede.

In particolare, esistono metodologie di sviluppo Agili, che prevedono rilasci continui e aggiornamenti costanti nel tempo, che da una prima versione Beta, non definitiva, portino alla prima versione definitiva, che poi verrà immessa nel mercato.

Questo approccio snellisce enormemente il lavoro del team di sviluppo, grazie a un confronto continuo con il committente, che porti a una soluzione accettabile e che possa portare risultati utili sin da subito.

Vediamo ora nel dettaglio le fasi di sviluppo ecommerce.

Scelta della piattaforma e Hosting

Come ho già discusso approfonditamente nella mia guida quanto costa un sito ecommerce, la scelta dell’hosting dipende principalmente dalla piattaforma.

Se scegli di lavorare su una piattaforma proprietaria, sviluppata interamente sulle tue esigenze, tua dovrai ospitare il tutto su un tuo server.

Se sei alla ricerca di soluzioni cloud, ti consiglio di esplorare Shopify, valido soprattutto per progetti di piccole e medie dimensioni: come altre piattaforme cloud, prevede un canone di abbonamento mensile e i costi sono piuttosto ridotti.

Invece esistono piattaforme più complesse, come Magento, disponibili anche in versione open source, che richiedono un hosting tramite server dedicato o un virtual private server e per cui i costi tendono a salire.

Tuttavia in questi casi, l’investimento è giustificato per grossi progetti, dove la mole dei dati da gestire aumenta di molto e dove raggiungere determinate prestazioni, è fondamentale.

Organizzazione della struttura del sito

Prima di mettere mano allo sviluppo vero e proprio, è bene che tu ti segga attorno ad un tavolo, insieme ai tuoi collaboratori e al team di sviluppo, per decidere come dovrà essere strutturato il sito.

La struttura migliore è quella a Silos, dove, a partire dalla home page, la navigazione si dipana in categorie e sottocategorie, fino ad arrivare all’articolo finale.

Questa struttura non solo è facilmente gestibile a livello di interfaccia, grazie al menu di navigazione, ma è anche “comprensibile” per i motori di ricerca e pertanto è SEO Friendly.

La home Page del tuo sito difatti sarà la keyword più difficile con cui vorrai posizionarti nella prima pagina dei motori.

Man mano che scendi di livello le keyword diverranno più specifiche e lunghe, fino ad arrivare alle long tail keywords associate ai tuoi articoli, che saranno quelli che, se fai un buon lavoro di SEO, si posizioneranno per primi.

SEO è acronimo di Search Engine Optimization ed è un insieme di attività volte a posizionare il tuo sito quanto più in alto possibile, nei risultati dei motori di ricerca.

Mica roba da poco 🙂

Anche in questo caso, se non sai come fare, affidati a un professionista!

Elaborazione del layout grafico

Il Layout grafico è la tua vetrina, il biglietto da visita del tuo sito, quello che può creare un enorme impatto verso il visitatore e spingerlo all’acquisto.

Non voglio annoiarti su quelle che sono, secondo me, le linee guida per un layout grafico: non sono un esperto!

Tuttavia, come ti ho già accennato tempo fa, non serve che tu renda il tuo sito un confetto bello da vedere, ma deve essere funzionale e fruibile, sia da PC Desktop che da Smartphone.

Il tema deve essere semplice, non deve avere fronzoli ma soprattutto le CTA devono essere chiare, visibili (e magari con un colore contrastante rispetto al resto).

CTA è l’acronimo di Call To Action e sono in genere bottoni o banner che ti spingono all’azione, come l’iscrizione alla newsletter, o quello di aggiungi al carrello ecc.

Se stai usando un CMS come Magento, Prestashop o Open cart esistono già diversi layout grafici pronti all’uso, che magari si avvicinano alla tua idea (e da li modificarli all’occorrenza).

Puoi trovarne diversi cercando su Google oppure su Themeforest.

Puoi anche decidere di farne sviluppare uno ad hoc, completamente personalizzato.

Esistono diversi tool e strumenti che permettono di velocizzare il processo di elaborazione grafica di un sito: io prediligo, in particolare, invisionapp.

Preparazione dei contenuti

La preparazione dei contenuti richiede l’elaborazione dei contenuti sia testuali che grafici da usare per tutte le pagine del sito.

Dalla pagina di privacy polici a quella sulle condizioni di vendita e spedizione.

Dalla home page stessa, alla pagina contatti.

Per ognuna di queste ti consiglio di preparare un file in cui inserisci tutti i contenuti testuali e i riferimenti a contenuti grafici, come ad esempio le coordinate per la mappa google da inserire nel form contatti.

Per quanto riguarda gli articoli e le pagine che intendi posizionare sui motori di ricerca, ovviamente i contenuti devono essere scritti in ottica SEO.

Infine vorrei spendere alcune parole per i contenuti grafici.

Cerca di usare foto ben definite, non prese da internet: ne va della professionalità del tuo sito.

Quindi stop a foto sgranate e fuori misura, stop a foto di dimensioni diverse.

Quanto è orribile vedere una foto di un articolo di dimensioni diverse dalla foto dell’articolo adiacente!.

Le foto devono vedersi bene sia da pc desktop che da mobile.

A mio avviso queste sono attività fondamentali nel processo di sviluppo ecommerce e che vengono prima della messa in piedi del tuo sito.

Sviluppo software

Il processo di sviluppo software comprende tutte quelle attività che lavorano sia a livello di frontend che backend.

Include quelle attività che tramutano in codice l’intera struttura del sito, la sua veste grafica.

Include inoltre quelle attività che richiedono l’implementazione di tutte le funzionalità base e avanzate di un ecommerce.

Se ti affidi a un cms, la struttura base del tuo sito sarà già disponibile, ma probabilmente vorrai integrarla con funzionalità aggiuntive, specifiche per le tue esigenze.

Piattaforme come Magento o Prestashop, hanno un marketplace dove puoi trovare moduli di terze parti, che implementano funzionalità aggiuntive, non disponibili nei pacchetti base.

In alcuni casi tuttavia, dovrai svilupparle ad hoc.

Testing e Validazione

La fase di testing e validazione consiste in un insieme di attività volte a testare il corretto funzionamento del sito.

La fase di validazione, che in genere viene fatta insieme al committente, consiste nell’approvare le singole fasi di test.

In un processo di sviluppo ecommerce basato su metodologia Agile, il processo di testing e validazione è continuo nel tempo.

Esso corrisponde alla fase di rilascio di ogni singolo aggiornamento del prodotto ed è volto a fornire le basi per i processi di ottimizzazione successivi.

L’ottimizzazione consiste in quell’insieme di attività volte a migliorare tutte quelle procedure che non sono passate durante la fase di test.

Quindi non solo riguardante la risoluzione di anomalie software, ma anche anomalie prestazionali, come rallentamenti, procedure lente, organizzazione dei dati non ottimale.

L’ottimizzazione è coadiuvata dall’analisi del traffico, grazie a tool come Google Analytics ed è utile soprattutto a individuare colli di bottiglia, come eventuali abbandoni dei clienti durante l’acquisto, rallentamenti o altro.

Affidati a un professionista

Ognuna delle fasi precedenti richiede specifiche figure professionali per portarle a compimento.

Quindi il mio primo consiglio quando si parla di sviluppo ecommerce è quello di affidarti a professionisti seri, che ti portino risultati certi e concreti.

Affidati soprattutto a una figura che possa coordinare il lavoro di queste figure professionali e che costituisca pertanto, un’interfaccia tra te e il progetto stesso.

Sviluppo Ecommerce: Conclusioni

L’intero processo di sviluppo ecommerce è costituito da fasi ben definite che devi monitorare in maniera accurata, tramite strumenti appositi che aiutino te e il tuo team a monitorare il progetto.

Se hai bisogno di ulteriori informazioni, non esitare a contattarmi tramite il modulo che trovi a fondo pagina.

Ti ricordo inoltre che svolgo attività di consulenza su Magento E-Commerce, di cui puoi ottenere informazioni approfondite nella pagina dedicata.

Vuoi scoprire come ottimizzare il tuo ecommerce in pochi semplici steps?

Scarica la mia guida gratuita.

Ebook Gratuito "Ottimizza il tuo sito e-commerce in pochi semplici steps"

Per saperne di più

Di seguito trovi alcuni link di approfondimento.

Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo sul tuo social preferito
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

nicolasodano

View posts by nicolasodano
Ingegnere informatico e imprenditore. Da più di dieci anni mi occupo di consulenza per soluzioni Cloud ed E-Commerce. "Nerd" doc, ho la mania dei pc e dei videogames.

Lascia un commento

nicolasodano
Scroll to top